Calo donazioni: aaa donatori cercasi!

Martedì 17 Settembre presso Villa Belvedere di Mirano si sono ritrovate le Avis Comunali del Miranese, il Direttore Generale di Ulss3, e i Sindaci dei sette Comuni (Mirano, Santa Maria di Sala, Noale, Martellago, Spinea, Scorzè, Salzano) per affrontare la preoccupante situazione donazionale.

Al 31 Agosto 2019 nel Miranese (cui afferiscono i Comuni di Mirano, S. Maria di Sala, Martellago, Noale, Salzano, Scorzè e Spinea), tra centri Trasfusionali e Centri di Raccolta, si è registrata una diminuzione di oltre 150 sacche raccolte in meno rispetto a quanto ottenuto nel 2018 (-2.5%).Una situazione preoccupante se si pensa che l’anno deve ancora finire.

“Ancora peggiore lo scenario Provinciale che ha registrato per la prima volta a giugno di quest’anno una raccolta inferiore alle 3000 sacche, e per solo tre volte, negli ultimi 18 mesi sono state soddisfatte le richieste programmate”, sottolinea il Dott. Gianluca Gessoni Primario del Servizio Trasfusionale Ulss3.

Posto che è doveroso ringraziare tutti i donatori che manifestano la loro generosità attraverso la donazione di emocomponenti, esprimiamo la nostra apprensione per il calo donazionale a livello comprensoriale, e non solo, cui stiamo assistendo, perchè potrebbe generare delle situazioni di emergenza nella cura dei pazienti, siano essi emofilici , talassemici, vittime di incidenti, trapiantati o chemioterapici.

AVIS, ULSS e P.A. Una squadra per la promozione!

“Necessitiamo di una maggiore collaborazione, gestionale ed organizzativa tra associazioni, Enti ed Istituzioni sanitarie locali, per poter migliorare la programmazione e la gestione delle raccolte”. (Cit. Dott. Gianpietro Briola Presidente Avis Nazionale). Ed è grazie proprio alle collaborazioni trasversali che centri che raccolgono più emazie sono in grado di sopperire alle criticità più o meno localizzate.

“Bisogna far riscoprire il valore del “dono” e del “servizio”, – sottolinea il Direttore Generale di ULSS3 Serenissima Dott. Giuseppe Dal Ben –  i numeri preoccupano, per questo è fondamentale fare squadra”

Una squadra formata oggi da ULSS 3, le Avis e le sette  amministrazioni comunali del Miranese.

I primi cittadini dei sette comuni (Mirano, Martellago, Noale, Salzano, Spinea, Scorzè e Santa Maria di Sala)  sono qui con noi oggi per sostenere e sensibilizzare la popolazione a diventare donatori periodici, volontari, non remunerati ed associati, fonte primaria per garantire il soddisfacimento di ogni fabbisogno ed uscire dalla politica “dell’ emergenzialità”. Tutti hanno voluto portare il proprio contributo con testimonianze e proposte di progettualità da condividere.

Proposte

Compresa quella lanciata dai Presidenti Di Avis Provinciale Venezia ( Tito Livio Peressutti) e Avis Regionale Veneto ( Giorgio Brunello) di consegnare ai neo diciottenni al momento della consegna della tessera elettorale, o della realizzazione della Carta d’Identità, un opuscolo, opportunamente concordato con Ulss3, per sensibilizzare alla donazione del sangue.

Puntare sui giovani, ma non solo, la padrona di casa Maria Rosa Pavanello  lancia un appello affinchè venga riscoperto i valore del dono anche negli adulti. 

Ricordiamo che per diventare donatore di sangue, basta:

  • Avere tra i 18 e 60 anni 
  • Godere di buona salute
  • Avere uno stile di vita sano

Il sangue serve sempre. Se Puoi dona anche tu!

Dirigenti Avis Presenti

Giorgio Brunello -Presidente Avis Regionale Veneto

Tito Livio Peressutti – Presidente Avis Provinciale Venezia 

Matteo Giordan – Vice Presidente Avis Mirano; Maurizio Borsetto -Presidente Avis Noale; Rudy Dainese – Presidente Avis Martellago; Michela Padella – Presidente Avis Salzano; Nicola Nicastri – Presidente Avis Maerne-Olmo; Tiziano Busatto – Tesoriere Avis Robegano; Claudio Pesce –  Presidente Marano Veneziano

Sindaci Presenti

Maria Rosa Pavanello – Mirano (Presidente ANCI Veneto)

Nicola Fragomeni – S. Maria di Sala

Martina Vesnaver – Spinea

Nais Marcon- Scorzè

Luciano Betteto – Salzano

Patrizia Andreotti – Noale

Andrea Saccarola – Martellago

Dirigenti Sanitari

Dott. Giuseppe Dal Ben – Direttore Generale Ulss3 Serenissima

Dott. Gianluca Gessoni – Primario del Servizio  Trasfusionale Ulss 3 Serenissima

Festa dello sport alla “Cittadella” con Avis

La pallavolo è il simbolo dell’unione e del gioco di squadra; gli stessi ideali e principi che da sempre sono alla base dell’operato dei volontari di AVIS.
Il modo migliore per unire queste due realtà nel territorio di Mirano è stato proposto dagli istituti superiori della città: liceo “Majorana” , istituto tecnico “8 Marzo-Lorenz” e istituto tecnico “Primo Levi-Ponti” .
Venerdì 31 maggio i ragazzi si sono sfidati in un torneo di pallavolo maschile ed uno femminile, nella cornice della giornata dello sport che vuole unire la sana competizione alla promozione di stili di vita sani e rapporti personali genuini.
La gare hanno visto vincere il liceo Majorana nel torneo femminile e anche in quello maschile. 
AVIS Mirano ha patrocinato l’iniziativa a coronamento di un percorso di sensibilizzazione alla donazione fatto in tutti gli istituti della cittadella scolastica, iniziato a novembre con gli incontri nelle classi quinte per poter effettuare le idoneità alla donazione a febbraio e proseguire il percorso con gli incontri nelle quarte ad aprile. Gli istituti, nelle persone dei dirigenti scolastici e degli insegnanti, hanno dimostrato una splendida attenzione e desiderio di collaborare garantendo il loro impegno e appoggio lungo tutto il percorso fatto assieme. 
Concludendo la giornata vissuta assieme ci sentiamo di dire che come in una partita di pallavolo si inizia il gioco senza sapere il risultato finale ma mettendoci tutti se stessi, così nella vita e nel dono di sé ci si mette in prima linea offrendo ciò che si può, senza nessun pregiudizio ma pensando al bene superiore che è la vita e la sua valorizzazione! 
Nicolò Mandro